Il 14 e il 15 ottobre a Trento il primo Hackathon del calcio italiano

Una maratona di innovazione, della durata di 24 ore, per amanti dei numeri, del computer e del calcio, finalizzata ad elaborare nuove soluzioni per lo sviluppo del calcio

Date evento

14/10 — 15/10
Polo Scientifico e Tecnologico Fabio Ferrari, Via Sommarive, 9, Povo
14/10/2017 — 15/10/2017

Polo Scientifico e Tecnologico Fabio Ferrari

Via Sommarive, 9, Povo

È il primo Hackathon sul calcio in Italia, il secondo a livello internazionale, dopo quello organizzato dal Manchester City ed il primo Hackathon in assoluto a livello mondiale mai organizzato da una Federazione Calcistica. È in programma a Trento il 14 e il 15 ottobre 2017, organizzato dalla Federazione Italiana Giuoco Calcio, in collaborazione con la Provincia, l’Università e Trentino Sviluppo. Al riguardo oggi, la Giunta provinciale, su proposta dell’assessore Tiziano Mellarini, ha approvato un protocollo di collaborazione fra i quattro soggetti. Alla realizzazione dell´evento collabora anche EIT Digital (European Institute of Technology), il Microsoft’s Global Sport Innovation Centre e una serie di partner tecnologici internazionali.
Parteciperanno all’Hackathon esperti di diversi settori dell’informatica e del mondo del calcio: sviluppatori di software, programmatori e grafici, economisti, manager ed innovatori in generale, con l’obiettivo di definire progetti di business, prototipi di soluzioni tecnologiche o applicazioni specificamente legati al calcio. Due i filoni individuati dalla F.I.G.C. su cui si concentreranno i partecipanti: la valorizzazione del rapporto fra la Federazione e gli oltre 1,3 milioni di tesserati e la match analysis, ossia come analizzare i Big Data nel mondo del calcio.

“Per la Provincia autonoma di Trento l’Hackathon del calcio italiano – ha spiegato l’assessore Mellarini – è una delle occasione per accreditare il Trentino a livello nazionale, come terra sensibile all’innovazione applicata al mondo dello sport, considerati anche più ampi aspetti innovativi che caratterizzano la recente nuova legge sullo sport in Trentino, che è stato individuato come sede eccellente per tale iniziativa in quanto provincia sportiva italiana maggiormente presente negli ultimi anni ai vertici della classifica della diffusione dello sport (Indice di sportività), redatta annualmente dal Sole 24 Ore, ma anche per le capacità dimostrate nell’organizzazione di eventi sportivi di livello internazionale, quali ad esempio la Marcialonga, le Universiadi Trentino 2013 e i campionati mondiali di diverse specialità”.

Ai due team vincitori andrà un premio di 5 mila euro ciascuno, la possibilità di incubare le proprie idee in un incubatore certificato (WyLab per la sfida “match analysis” e TrentinoSviluppo per la sfida “Comunità dei Tesserati”). Il regolamento è consultabile cliccando QUI.

Scopri tutto il programma QUI.

Contatti