Social Media Policy della Fondazione Bruno Kessler

La pagina ufficiale Facebook, il profilo Twitter, l’account Linkedin, quello Instagram e il canale Youtube sono gli unici canali ufficiali di Fondazione Bruno Kessler presenti sui social media.
Fondazione Bruno Kessler utilizza i social media per ascoltare gli utenti online e fornire informazioni trasparenti sulle principali attività e notizie che riguardano l’ente nel suo complesso, o in particolare con riferimento alle attività condotte da ciascuno dei centri di ricerca che lo compongono. I contenuti proposti possono essere originali, cioè prodotti dal personale della Fondazione stessa, oppure essere costituiti da segnalazioni di terze parti laddove i temi siano pertinenti agli ambiti di ricerca di FBK o di interesse generale.
Gli account hanno carattere istituzionale e di servizio. Le interazioni degli account hanno scopo esclusivamente informativo di tipo introduttivo.
Per maggiori informazioni sull’istituzione si rimanda al sito web www.fbk.eu e per aggiornamenti sui progetti in essere si invita a seguire le pubblicazioni con frequenza settimanale ospitate su https://magazine.fbk.eu/. Entrambi i siti prevedono la possibilità di iscriversi alla newsletter dedicata rispettivamente ai prossimi eventi e agli ultimi articoli di approfondimento proposti. Per quanto attiene le opportunità lavorative e i contatti del personale di ricerca o di supporto attivi, si rinvia agli appositi siti accessibili a partire dal sito web istituzionale fbk.eu. Analogamente, si può accedere agli atti pubblicati nella sezione Amministrazione Trasparente e ai siti dei singoli centri di ricerca. I laboratori FBK sono visitabili virtualmente sulla piattaforma Google Arts & Culture.

Contenuti e regolamento
Le informazioni diffuse sui canali social ufficiali sono generali, non esaustive e riguardano progetti e iniziative su scala europea o internazionale, nazionale e territoriale. Nei social network tutti gli utenti possono esprimere il proprio parere nel rispetto degli altri; ognuno è responsabile di ciò che pubblica.
A tutti si chiede di esporre le proprie idee con correttezza e misura e nel pieno rispetto delle opinioni altrui. Insulti, volgarità, offese, minacce, verranno raccolti e comunicati direttamente agli uffici competenti che valuteranno se e come intervenire. Gli utenti che pubblicano contenuti come spam/malware, pubblicità o messaggi offensivi, verranno redarguiti o segnalati ai social media e, se continueranno, verranno bloccati.
I contenuti pubblicati devono rispettare la privacy degli utenti. Devono essere evitati riferimenti a fatti o a dettagli privi di rilevanza pubblica, atteggiamenti violenti, offensivi o discriminatori rispetto a genere, orientamento sessuale, età, religione, convinzioni personali, origini etniche, disabilità.
Per la tutela della privacy degli utenti si deve evitare la pubblicazione di dati personali (email, numero di telefono, codice fiscale, ecc.). Coloro che desiderano smentire eventuali contenuti da noi pubblicati sono pregati di accompagnare le proprie considerazioni con collegamenti a fonti di informazioni attendibili.
Seguire una pagina Facebook, un account Twitter, ecc., o inserirlo in liste di interesse, non significa condividerne le linee di pensiero; lo stesso vale per i retweet, per i like e per i messaggi presenti sull’account pubblicati dagli utenti. In questi casi FBK si limita a verificare il rispetto di queste linee guida e l’attendibilità della fonte.
La presente policy si applica anche agli account social creati e gestiti dai Centri di ricerca in cui FBK si suddivide, dalle relative Unità in cui tali Centri si articolano e dalle Articolazioni organizzative afferenti al Comparto Amministrazione e Servizi a Supporto della Ricerca (CASSR) della Fondazione (ad esempio l’Unità Biblioteca).

Moderazione
La moderazione da parte di FBK nei propri spazi avviene nelle ore e nei giorni successivi alla pubblicazione dei commenti da parte degli utenti, senza una tempistica precisa, e ha come scopo non soltanto il contenimento di eventuali comportamenti contrari alle norme d’uso ma anche l’eventuale orientamento verso ulteriori opportunità o contenuti di approfondimento a seguito di domande o curiosità suscitate dagli spunti di partenza.
Per evidenti ragioni di tutela della privacy, non potranno essere trattati casi personali, ma saranno fornite e ribadite informazioni generali di interesse comune. Messaggi contenenti insulti, volgarità, offese, minacce, atteggiamenti violenti, offensivi o discriminatori rispetto a genere, orientamento sessuale, età, religione, convinzioni personali, origini etniche, disabilità verranno eliminati.
Nei casi più gravi Fondazione Bruno Kessler si riserva la possibilità di cancellare i contenuti, allontanare gli utenti dai propri spazi e segnalarli ai filtri di moderazione del social network ospitante e/o alle autorità competenti.
Si rammentano inoltre le responsabilità conseguenti alla eventuale pubblicazione di dati o informazioni di carattere professionale che possano arrecare danno alla proprietà intellettuale, all’immagine, alla reputazione, alla produttività e alla redditività di FBK o che possano violare i vincoli contrattuali e di legge connessi al rapporto con la Fondazione.
Per quanto riguarda in particolare i dipendenti e i collaboratori di FBK, fanno fede le norme contenute nel Codice di comportamento FBK. In particolare, per la tutela delle informazioni riservate e dell’integrità della Fondazione, l’utilizzo dei social media anche al di fuori del contesto lavorativo deve avvenire in modo responsabile, senza diffondere informazioni riservate e operando sempre una distinzione tra comunicazioni personali e professionali. La Fondazione prende le distanze dai contenuti personali che contengano insulti, volgarità, offese, minacce, atteggiamenti violenti, offensivi o discriminatori rispetto a genere, orientamento sessuale, età, religione, convinzioni personali, origini etniche, disabilità e valuterà, nel caso ciò abbia ripercussione sul lavoro, la possibilità di agire disciplinarmente.
Infine, è assolutamente vietato divulgare notizie false.

Protezione dei dati personali
Il trattamento dei dati personali degli utenti risponde alle policy in uso sulle piattaforme utilizzate. I dati personali o sensibili inseriti in commenti o post pubblici all’interno dei profili social ufficiali della Fondazione Bruno Kessler potranno essere rimossi.
I dati condivisi dagli utenti attraverso messaggi privati inviati direttamente al gestore dei profili social ufficiali citati (canali ufficiali della Fondazione Bruno Kessler gestiti dall’Unità Digital Communication e Grandi Eventi) saranno trattati nel rispetto delle norme vigenti sulla protezione dei dati personali e della Informativa Privacy presente sul sito della Fondazione Bruno Kessler.

Contatti
Per tutte le informazioni, domande, segnalazioni che non rientrano nella policy o che hanno un carattere di urgenza e non hanno ricevuto riscontro vi invitiamo a contattarci scrivendo una email al seguente indirizzo: .